Il tempo ti dirà cos’è

Annunci

Ricordarsi di scrivere libri più corti!

Perché non sono di quelle autrici che fanno libri da 50 pagine (quindi circa 25 di formato A4)… farei molto prima! E anche io ne sfornerei uno ogni due mesi.

Invece no! Faccio libri da 245 pagine (formato A4)… dannazione, quanto è lunga la correzioneeeeee?   T.T

Scusate lo sclero giornaliero.

#Breverecensione #9: Lettera a un bambino mai nato, Oriana Fallaci.

(Pubblicato da Rizzoli).

Salve! Ieri ho terminato questo libro, che altro non è che un’attenta riflessione sul dilemma di dare la vita o negarla. Nonostante abbia poche pagine, il contenuto ha un certo spessore: morale, egoismo, amore, odio, maternità, aborto, perdono, paura, pessimismo e ottimismo. Argomenti che, pur essendo opposti tra loro, si concatenano nel romanzo in un percorso sfaccettato di pensieri e conseguenze.
Ho adorato le cinque fiabe che racconta al bambino, le quali hanno risvolti di cruda realtà.
Fa riflettere su ciò che significa diventar mamma in un contesto sociale, religioso, politico e lavorativo dei giorni d’oggi.

Consigliato a tutte le ragazze/donne!
Voto: 8+

Un abbraccio a tutti! 😊 e alla prossima lettura!

21558632_1735296390099169_1918360918308121536_n